Da settecento anni le colline soleggiate della Franciacorta, a mezza via tra le nebbie della pianura e i ghiacciai alpini, conservano intatto l’antico privilegio delle acque limpide e dell’aria pura di montagna e da settecento anni almeno i vignaiuoli e i cantinieri di Bornato affinano la loro arte e la tramandano di padre in figlio.

Nell’azienda agricola del Castello di Bornato gestito da 30 anni da Luisa Orlando, una delle prime donne del vino della Franciacorta, la gestione e la cura dei dettagli è meticolosa da sempre, pur mantenendosi aggiornata con le necessità dettate dal trascorrere dei tempi. E infatti la coltivazione delle vigne si è convertita alla coltivazione biologica nel 2006 seguendo con lungimiranza e spirito imprenditoriale le nuove pratiche del mercato agricolo.


Curtefranca
Rosso

È ottenuto con uve prodotte da prestigiosi vitigni di origine francese (Cabernet e Merlot). Se ne ricava un vino nobilissimo, vellutato e robusto, ben equilibrato, fine, fragrante, ricco di retrogusto.
La gradazione alcolica è di 13%.
Aprire e scaraffare due ore prima di consumare a temperatura ambiente.


Curtefranca
Bianco

È ottenuto con uve prodotte da prestigiosi vitigni di origine francese (Chardonnay).
Si ricava un vino dal dolce colore giallo con luminosi riflessi verdi, dal sapore secco con un retrogusto fresco e delicato.
La gradazione alcolica è di 12%.
Bere freddo.


Franciacorta
Brut

È ottenuto con uve prodotte da prestigiosi vitigni di origine francese (Chardonnay e Pinot).
Un’ agile e fresco bouquet dal piacevole gusto secco e vigoroso di ottima consistenza.
La gradazione alcolica è di 12%.
Il metodo è il metodo classico, si imbottiglia e si girano le bottiglie per 24 mesi. Bere freddo.


CREDITS.

Art direction
OENOLAB

Web&Photo
PAGANIBROS